www.lauravalentipsicologa.com

Main Content

Le zanzare non pungono chi ha il ‘sangue dolce’, ma chi ha carenze vitaminiche

Purtroppo non tutti i medici lo sanno

Liberi Nobili n. 10 Di Laura Valenti

Le zanzare non pungono chi ha il ‘sangue dolce’. Un’affermazione, probabilmente, azzardata che ha diffuso una falsa credenza. Un naturopata statunitense spiega che attaccano chi ha carenze vitaminiche. In particolare, sembra siano implicate le vitamine del complesso B (B1, B2, B5, B6, B12), inclusa la vitamina C, responsabili del corretto funzionamento del metabolismo e del sistema nervoso, della trasformazione di grassi, carboidrati e proteine, della produzione di energia e moltiplicazione cellulare. Purtroppo, non tutti i medici lo sanno e la loro ignoranza può generare confusione o fomentare la tuttologia. La medicina odierna comprende anche quella cosiddetta “non convenzionale” che esula dagli schemi e oltrepassa i limiti di quella tradizionale. Come potrebbe essere diversamente, visto che la scienza continua a evolvere come l’oggetto di studio (l’essere umano)? Allora tutti noi operatori nel settore terapeutico, pure gli etichettati “luminari”, dovremmo costantemente aggiornarci ed essere al passo con i tempi. Quanti spray repellenti e altro genere di presidi medici per la pelle e per gli ambienti interni ed esterni si comprano ogni anno, soprattutto, nelle stagioni calde? In proporzione, una confezione di vitamine può durare un bel po’ e costa molto meno. Tra l’altro, essendo degli organismi in continua evoluzione e con una capacità di adattamento impressionante, può capitare che i prodotti (chimici) utilizzati l’anno precedente non abbiano più effetto su di esse. La notizia, quindi, resta a certi livelli anche perché a molte industrie non conviene che circoli o la gente ha la tendenza, in media, a restare fissata e fossilizzata in abitudini che, per quanto vecchie e inutili, dànno almeno l’illusione di essere “note”. Non appena si propone loro qualcosa di nuovo, mostrano subito diffidenza o saccenteria. Se il medico curante (che è, di solito, il meno indicato a cui chiedere determinate informazioni), senza cognizione di causa, ne nega la validità ecco che quella piccola breccia si richiude. Per dei ponfi ditterici e simili si può finire pure in ospedale o ricorrere agli antistaminici, ci si gratta fino a farsi il sangue, la parte violata si gonfia, si arrossa e assume proporzioni antiestetiche. Secondo alcuni studi, sarebbero presi di mira particolarmente quelli del gruppo sanguigno 0. Non so quanto sia vero che le persone in sovrappeso risultino più “appetitose”, perché le persone magre e senza grasso sono ugualmente prese di mira. Si dice che il gruppo sanguigno A sia per lo più ignorato, ma anche questo non è sempre vero. Probabilmente, intervengono tanti fattori, come in tutte le cose, che concorrono a rendere il sangue più soggetto agli agguati di questi insetti. Il mio consiglio è utilizzare dei disinfestanti da esterni, le zanzariere alle finestre e di assumere vitamine tutti i giorni. Potrete fare una peripatetica passeggiata nel bosco e beccarvi, sì e no, un morso che, peraltro, non sarà fastidiosamente pruriginoso come di consueto. Non giocate, però, a fare i dottori, perché gli abusi (da parte vostra o dei farmacisti) possono causare problemi o complicazioni. Consultate un bravo medico omotossicologo, bionutrizionista e naturopata per sapere quali integratori acquistare o come regolare l’alimentazione. Le prescrizioni vanno fatte con criterio, su misura e dopo un esame del caso. Occorrerebbe tenere in considerazione i fattori che alterano il buon funzionamento dell’organismo: elevato stress psicofisiologico, eventuali patologie o infiammazioni intestinali, una dieta sbilanciata e povera, in eccesso o in difetto, per es., di farinacei, zuccheri, latticini, glutine. Le farine sono preferibili integrali e non bianche e lavorate. Sicuramente è utile sapere in quali alimenti (specialmente cotti in maniera opportuna o crudi) troviamo le vitamine essenziali (B e C): lievito di birra, cereali integrali (in particolare, riso e avena), asparagi, cavoli, fegato, uova, germe di grano, pappa reale, soia, cereali integrali, nocciole, mandorle, noci, cavoli, piselli, yogurt naturale, tonno, agrumi, peperoni, kiwi, lamponi, more. Tutti questi elementi contribuiranno a rafforzarvi e rinnovarvi da diversi punti di vista (compresi pattern cognitivi, prevenzione e cura di malattie, capelli, alito e pelle). L’efficacia l’ho testata personalmente di persona. Vi auguro una ziza (splendida) estate!

 

Copyright Laura Valenti